Vet Hospital H24 Firenze
Elettrochemioterapia in un carcinoma squamocellulare
Trattamento di un carcinoma squamocellulare in situ con elettrochemioterapia

Vi presentiamo il caso clinico di Nuvola, un gatto di 8 anni a cui è stato diagnosticato un carcinoma squamocellulare in situ.

Una singola seduta di elettrochemioterapia, a fine agosto 2016, ha permesso la guarigione del paziente nell'arco di due mesi, portando alla remissione completa delle lesioni.

Il carcinoma squamocellulare in situ è un tumore cutaneo molto frequente nel gatto che, se non adeguatamente trattato, può evolvere in carcinoma invasivo e mettere il paziente a rischio di sviluppare metastasi. Le principali opzioni terapeutiche attualmente a disposizione in medicina veterinaria sono la chirurgia, la radioterapia, la plesioterapia e la terapia fotodinamica. Recenti pubblicazioni hanno dimostrato come l'elettrochemioterapia sia altamente efficace nel trattamento di questo tipo di tumore.